logo

Intervento: "...Le nostre responsabilità di fronte ai giovani" PDF Stampa E-mail
Scritto da Amos Speranza   
Giovedì 21 Novembre 2013 03:21

Care compagne, cari compagni,

Come ricordava il Segretario abbiamo tra le mani un partito quasi settantenne, che però porta bene i suoi anni. Ed è il caso di dirlo, questo è in gran parte merito nostro.

Con il XXI Congresso del Partito, nel 2011, la Gioventù Comunista ha esaurito il suo ruolo di partito nel Partito, i quadri e i membri formati nelle sue fila sono infatti confluiti in gran parte nel PC assumendo al suo interno ruoli di primo piano. Da allora l'organizzazione giovanile versa in condizioni non costantemente idilliache, ed attraversa ormai da qualche tempo una fase di stallo.

Non dobbiamo dimenticare che i nostri bisogni primari non sono mutati : necessitiamo un flusso e un ricambio continuo a tutti i livelli, e i futuri quadri e militanti devono essere scovati là dove siamo più forti, nelle scuole e appunto proprio tra i giovani.

La GC riveste un ruolo faro nel panorama politico ticinese - giovanile e non - che non può permettersi di perdere. Noi abbiamo la responsabilità di impedire che giovani di sensibilità tendenzialmente di sinistra vedano vanificare e frustrare le loro ambizioni, i loro ardori e la loro voglia di riscossa nel peggior qualunquismo dell'antipolitica, nel carrierismo di giovanili fantoccio – o meglio fantasma – di partiti degenerati, oppure che si facciano risucchiare in dinamiche gruppettare quantomeno discutibili.

La GC è già entrata in materia in occasione della sua ultima Assemblea, si tratta ora di realizzare i propositi espressi in quella sede.

All'Assemblea e nelle sezioni cominciano già a circolare dei nomi, vorrei rinnovare a questi giovani compagni l'incoraggiamento e la fiducia corale di tutto il gruppo dirigente e invitarli ad approfittare, a buttarsi, a non tirarsi indietro: come già si è detto siamo l'unico Partito a sinistra ma probabilmente in assoluto che dia veramente ai giovani la possibilità di fare politica.

È compito del Coordinamento in carica mettere il nuovo Coordinamento nelle migliori condizioni per operare le scelte e gli interventi necessari.

Un progetto già l'abbiamo : spregiudicatezza, concretezza, consistenza. Dobbiamo realizzare delle campagne di sensibilizzazione e delle campagne rivendicative, ridare slancio alla formazione (ricordiamoci che da una formazione ideologica solida ricaviamo un'identità solida), impegnarci in azioni e attività, valorizzando pure la sede (secondo quanto esaustivamente espresso dal compagno Simone nella relazione di scarico).

Il nostro impegno sul fronte giovanile non si ferma però certo al Gottardo; come sapete ci siamo impegnati nella strutturazione di una Gioventù Comunista Svizzera. Questo progetto rientrava pienamente negli obiettivi di Partito, che riconosceva e riconosce la necessità di ri-costruire un Partito nazionale solido, forte, ideologicamente profilato e coerente partendo da un movimento giovanile coeso. L'attuale Coordinamento Nazionale, purtroppo, sta mostrando i propri limiti e l'organizzazione nazionale vive a sua volta una fase di stallo. Le cause sono molteplici : approcci teorici e prassi divergenti, come pure divergenti le analisi e i rapporti ai partiti di riferimento nelle varie sezioni, a livello cantonale così come a livello nazionale. Un differente approccio al confronto, che si divideva tra chi – come noi – voleva investire sugli elementi comuni e chi voleva affrontare le divergenze per vie dirette passando dallo scontro, così come le pure e semplici provocazioni da parte di certi ambienti hanno in ultima analisi fatto sì che il clima non fosse dei più favorevoli alla buona riuscita del progetto. In questo senso abbiamo saputo mostrarci lungimiranti: i patti di mutua collaborazione con le differenti sezioni giovanili sembrano ancora essere la via migliore, che dobbiamo solo deciderci a percorrere.

Compagne e compagni,

disponiamo insomma dei giusti mezzi per uscire dallo stallo generale in cui versa il movimento giovanile, con il rinnovamento in Ticino e la mutua collaborazione a livello svizzero.

Ora dobbiamo solo rimboccarci le maniche.

Grazie.

 

Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi