logo

L'AVS va aumentata, in vista di vere pensioni popolari! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Settembre 2016 08:01

Il Partito Comunista sostiene l’iniziativa AVS-Plus in votazione il prossimo 25 settembre che chiede di aumentare le rendite AVS del 10% (Fr. 200.- mensili per le persone sole e Fr. 350.- per le coppie). Il finanziamento di questo aumento viene garantito con un piccolo aumento dei contributi sociali, 0,4% a carico del lavoratore e 0.4% a carico dell’azienda, che equivalgono a pocopiù di Fr. 15.- al mese per un salario lordo di Fr. 4’000.-. Sarà così possibile aumentare le rendite e far fronte all’invecchiamento della popolazione.

 

I comunisti nel 1972 avevano proposto un’iniziativa per delle pensioni popolari in linea con l’AVS, ma ad essa venne purtroppo preferito quello che sarebbe divenuto il sistema a tre pilastri che porta con sé gli effetti nefasti della speculazione sulle pensioni. Il sistema pensionistico basato sulla solidarietà intergenerazionale che sta alla base dell’AVS è invece la giusta direzione ed è da sostenere anche perché il contributo è calcolato in base al reddito, mentre la rendita è calcolata sugli anni di contribuzione: chi guadagna molto giustamente paga dunque di più, ma otterrà una rendita parificata a quella percepita da un operaio con un reddito più basso.

 

 

Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi