logo

Protezione giuridica degli animali: sì, ma ricordiamoci le priorità PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 28 Gennaio 2017 00:19

Il prossimo 12 febbraio 2017 il Partito Comunista voterà Sì alla protezione giuridica degli animali per quanto non risulti una priorità politica del nostro Paese. Benché essa sia un compito già oggi svolto dal veterinario cantonale e dalle varie società di protezione animali e benché non sia altro che una conferma costituzionale di una legge già prevista, riteniamo che questa norma possa aiutare a velocizzare gli interventi e a migliorare la regolamentazione contro i maltrattamenti.

La riforma si limita inoltre a inscrivere un principio costituzionale, il quale, lasciando al parlamento la facoltà di legiferare, potrà trovare applicazione in una soluzione pratica ed equilibrata. Occorre tuttavia tener presente che in generale i casi di maltrattamenti verso gli animali derivano da un disagio dell’essere umano: sia l'agricoltore sia il proprietario di animali domestici raramente commette reati sugli animali per sadismo, forse più spesso si tratta di ignoranza, superficialità, disagi psichico o indigenza, che presuppone la necessità da parte dello Stato di intervenire adeguatamente da un punto di vista anzitutto sociale.

 

Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi